Venerdì 07 Maggio 2021

Cronaca

La polizia di Lanciano riesce a fermare un giovane armato di machete in preda ad alterazione psicofisica

03/05/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
La polizia di Lanciano riesce a fermare un giovane armato di machete in preda ad alterazione psicofisica

Il 25enne si era barricato in casa in zona Santa Maria Maggiore minacciando di morte i poliziotti, poi ha tentato una fuga sui tetti di Lanciano Vecchia ma è stato preso.

Un pomeriggio piuttosto movimentato ed impegnativo quello di ieri, Domenica 2 maggio, per gli agenti della squadra volante e dell’ufficio anticrimine del Commissariato di polizia di Lanciano, che, insieme al personale dell’u.p.g.s.p e della squadra mobile della questura di Chieti, sono intervenuti in zona Santa Maria Maggiore di Lanciano, nel centro storico della città, dopo aver ricevuto una segnalazione riguardo ad un ragazzo di 25 anni che si era barricato in casa minacciando di uccidere un ostaggio che, a suo dire, era con lui.

La polizia, una volta giunta sul posto, si è resa conto che in realtà il giovane era solo ed era  affacciato al balcone.  Alla vista delle forze dell’ordine il ragazzo ha iniziato a minacciare gli agenti di morte con un grosso coltello tipo “machete”, gettando verso di loro oggetti contundenti, senza riuscire fortunatamente a colpire nessuno e a fare danni. Gli agenti hanno tentato di farlo desistere dalle sue intenzioni, ma invano poiché all’improvviso il 25enne è salito sul tetto dell’abitazione tentando di darsi alla fuga camminando sui tetti delle case vicine. Il giovane è riuscito a rompere il vetro di una finestra e ad introdursi all’interno di un'altra abitazione dove però è stato raggiunto dal personale di polizia che, con prontezza e tempestività, è riuscito a disarmarlo e a immobilizzarlo prima che si facesse del male e ne facesse a qualcuno. Il giovane è stato subito trasportato in ospedale dove è stato ricoverato a causa delle condizioni di alterazione psico - fisica.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Lanciano Polizia di Stato

Potrebbero interessarti

Con le nuove Ordinanze, concordate venerdì scorso con i Governatori e i Sindaci e firmate oggi dal Commissario Straordinario, Giovanni Legnini, si apre una nuova fase.

Il piano di “ricostruzione sociale”, con interventi volti a bambini, adolescenti e genitori, vuole essere una risposta alle nuove necessità emerse nel corso della pandemia

L'assessore alla salute della regione Abruzzo sottolinea " Episodio da censurare con fermezza" ed annuncia provvedimenti disciplinari.

Nicola Manzi, Michele Paliani, chiedono il rispetto degli impegni assunti dai i vertici dell'azienda che a Febbraio avevano annunciato un piano di investimenti di oltre 9 milioni di euro.