Sabato 04 Dicembre 2021

Cronaca

L'Aquila, la Squadra Mobile arresta un albanese con 15 grammi di cocaina

22/10/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
L'Aquila, la Squadra Mobile arresta un albanese con 15 grammi di cocaina

L'uomo aveva violato due decreti di espulsione dall'Italia.

Era in Italia nonostante fosse stato colpito da ben due provvedimenti di espulsione dal nostro Paese e si era stabilito all'Aquila dove è stato trovato in possesso di droga, di denaro, probabilmente provento dello spaccio e di materiale per il confezionamento della sostanza stupefacente.

In manette mercoledì scorso N.E. 31enne di nazionalità albanese. Il personale della Sezione Antidroga della Squadra Mobile ha tratto in arresto l'uomo, che ha precedenti per reati anche contro il patrimonio, con l'accusa di detenzione di cocaina. Nel corso della perquisizione domiciliare eseguita nell’abitazione dello straniero sono state rinvenute 15 dosi di cocaina, dal peso di circa 8 grammi, materiale da confezionamento, bilancini e 2400 euro in banconote di piccolo taglio. Nell'abitazione era presente anche la giovane compagna, una sua connazionale 23enne, che è stata solo denunciata per lo stesso reato in quanto in stato interessante.

Alla luce di quanto emerso lo straniero è stato arrestato oltre per droga anche per il reingresso illegale nel territorio nazionale e trattenuto nelle camere di sicurezza della Questura in attesa dell’udienza di convalida, avvenuta nella giornata di ieri, nel corso della quale l’A.G. ha disposto la detenzione in carcere.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

114 pazienti (+4 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 9 (+1 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 4593 (+217 rispetto a ieri)

In Abruzzo controllati 50 operatori sanitari, 35 non erano vaccinati e non erano stati ancora sospesi dalla Asl

110 pazienti (+1 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 8 (+2 rispetto a ieri) in terapia intensiva.

Nel corso delle indagini svolte dalla Sezione Fasce Deboli della Polizia di Stato, è stato possibile raccogliere le denunce di altri episodi analoghi, commessi dal diciassettenne nei confronti di altre minorenni, avvenuti sempre nel comune capoluogo.