Sabato 08 Agosto 2020

Cronaca

L'Aquila, incidente con la mountain bike muore un 38enne, ex calciatore dell'Oratoriana

08/07/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
L'Aquila, incidente con la mountain bike muore un 38enne, ex calciatore dell'Oratoriana

Nella tragedia ha perso la vita Luca Moro, amato ex capitano della squadra Biancazzurra

Era sulla sua mountain bike insieme ai suoi amici di sempre quando all'improvviso qualcosa non è andato, sembra non sia riuscito a domare la bici in una discesa troppo ripida ed è andato a schiantarsi perdendo la vita. E' accaduto ieri pomeriggio nella Pineta di Monteluco di Roio, dove Luca Moro, 38 anni, dell'Aquila, conosciuto e stimato per i suoi trascorsi nel mondo del calcio, era stato per circa dieci anni difensore dell'Oratoriana, è morto davanti agli occhi dei suoi compagni di avventure senza che loro potessere fare nulla per aiutarlo. Moro era sul percorso da enduro della Pineta, non era la prima volta che percorreva quel tratto. Per cause ancora da chiarire, è caduto battendo la testa violentemente la testa , un colpo che non gli ha dato scampo. Quando i suoi amici non vedendolo tornare sono andati a cercarlo lo hanno trovato già esanime. Sul posto i sanitari del 118 i vigili del fuoco e la polizia per i rilievi. Purtroppo per Luca Moro non c’è stato nulla da fare. L'ex capitano della squadra biancazzurra era molto stimato sia per le sue doti sportive che umane. Lascia la compagna e due bambini.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

L'Aquila

Potrebbero interessarti

lo rende noto la Asl di Teramo che ha deciso di sottoporre a tampone, nella giornata di domani, tutti i dipendenti dello stabilimento di Controguerra ed annuncia di aver già messo in atto tutte le procedure di isolamento e controllo delle persone risultate positive al Covid.

Alla donna è stato riconosciuto un ruolo determinante in seno all'organizzazione dedita al trasporto e allo spaccio di cocaina ed una pericolosità sociale.

Tra loro 7 minorenni tra i 15 e i 17 anni, tutti asintomatici, Lo conferma la Asl di Teramo

Operazione congiunta delle forze dell'ordine, come era stato preannunciato dal sindaco nei giorni scorsi, volta a ripristinare la legalità anche nel commercio.