Mercoledì 05 Agosto 2020

Cronaca

Incidente stradale a San Vito Chietino, saranno celebrati domani i funerali di Dominik Dell'Elce

15/07/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Incidente stradale a San Vito Chietino, saranno celebrati domani i funerali di Dominik Dell'Elce

Oggi la salma è rientrata nell'abitazione del giovane a Villa Elce dove l'intera comunità si è stretta attorno alla famiglia infranta dal dolore.La camera ardente sarà allestita in tarda serata.

Saranno celebrati domani pomeriggio alle 16, all'esterno della chiesa della Madonna del Pozzo, a Villa Elce di Lanciano, i funerali di Dominik Dell'Elce, il giovane di 22 anni che ha perso la vita in un incidente stradale avvenuto sabato notte,11 Luglio, sulla Strada Statale Frentana, in territorio di San Vito Chietino. ll giovane era alla guida della sua Grande Punto, quando, per cause ancora da chiarire, in località Castellana, è avvenuto lo scontro frontale con una Lancia Y, guidata da S.D.B, 44 anni di Lanciano. Dominik Dell'Elce è morto sul colpo, mentre la donna è stata soccorsa dal sanitari del 118 e trasportata all'ospedale di Chieti per un politrauma. Dopo l'esame autoptico sul corpo della vittima,disposto dal sostituto procuratore Serena Rossi, la salma del ragazzo è stata riconsegnata oggi alla famiglia per i funerali, che saranno celebrati domani da Don Valerio,parroco della Chiesa della Madonna del Pozzo. Nell'abitazione del giovane sarà allestita in tarda serata la camera ardente, che seguendo le norme anti-covid, permetterà di dare l'ultimo saluto a Dominik. Un ragazzo solare,amato e stimato da tutti. L'intera comunità si è stretta attorno ai famigliari, papà Claudio, mamma Rosanna, al fratello William e alla sorella Maria Vittoria, ancora increduli per quanto accaduto e distrutti dal dolore.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Lanciano

Potrebbero interessarti

E' ripresa e sta tornando gradualmente alla normalità la circolazione ferroviaria fra Vasto San Salvo e Montenero, sulla linea Pescara - Termoli, sospesa dalle 3.45 alle 7.40, per un incendio divampato in prossimità della sede ferroviaria.

L'uomo era stato raggiunto da un ordine di carcerazione ma aveva fatto perdere le sue tracce. A riconoscerlo un militare in pensione.

Nei prossimi giorni saranno sanzionati i trasgressori e chi andrà a manomettere i cantieri.

L'episodio è avvenuto lo scorso fine settimana. Tiziana Magnacca: un atto inqualificabile, chiederò di rafforzare la presenza delle forze dell'ordine.