Venerdì 26 Febbraio 2021

Cronaca

Il Nas Pescara sequestra due immobili adibiti abusivamente a residenza per anziani non autosufficienti

26/01/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
Il  Nas  Pescara sequestra due immobili adibiti abusivamente a residenza per anziani non autosufficienti

Le indagini, coordinate dalla Procura delle Repubblica di Teramo, sono state avviate dopo gli accertamenti dei carabinieri del nucleo antisofisticazioni sui focolai da Covid-19 verificatisi nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie della provincia di Teramo.

I Carabinieri del NAS di Pescara in collaborazione con la Stazione Carabinieri di Castelnuovo Vomano (TE), su ordine del GIP del Tribunale di Teramo, hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo di due immobili adibiti abusivamente a struttura ricettiva per anziani non autosufficienti. Le indagini, coordinate dalla Procura delle Repubblica di Teramo, muovono dagli accertamenti, svolti dal NAS di Pescara, sui focolai da Covid-19 verificatisi nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie di quella provincia. Nella struttura erano state registrate le prime positività al virus Sars-CoV-2, sia tra il personale addetto all’assistenza, sia tra gli ospiti, con i primi trasferimenti negli ospedali della zona. Si era accertato che in luogo di una dichiarata “fattoria sociale”, vi era di fatto una residenza per ospiti anziani, peraltro non autosufficienti e con disagi psicofisici. Il personale addetto all’assistenza, per di più, era privo di specifiche qualifiche assistenziali e non appartenente ad alcuna delle professioni o arti sanitarie, risultando inquadrato come “braccianti agricoli”. Gli ospiti sono stati tutti trasferiti, in ragione del proprio setting assistenziale, in altre strutture sanitarie idonee. Sequestrate confezioni di farmaci per trattamenti di patologie e acquisita rilevante documentazione sanitaria.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Il dato allarmante di 33 nuovi positivi ha costretto il sindaco ad emettere ordinanza di chiusura delle attività scolastiche nonchè la chiusura di Corso Trento e Trieste, via Salvo d'Aquisto, via Monte Maiellla, parchi e aree verdi della città, dove si sono verificati maggiori assembramenti. Salgono a 341 i cittadini positivi, un dato mai raggiunto finora.

Sulla popolazione scolastica in presenza oggi 14 alunni positivi e 3 classi in quarantena.

Dieci nuovi decessi. Tra i nuovi positivi quelli con età inferiore a 19 anni sono 83.

Dopo ore di ricerche protratte per tutta la notte, grazie ad un drone del Soccorso Alpino e Speleologico, nelle prime ore del mattino è stato individuato il disperso in una zona molto impervia della parete sud del Monte Vettore.