Venerdì 07 Maggio 2021

Cronaca

I Carabinieri di Chieti denunciano e sanzionano due romeni trovati con 3500 euro di merce di dubbia prevenienza

17/04/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
I Carabinieri di Chieti denunciano e sanzionano due romeni trovati con 3500 euro di merce di dubbia prevenienza

La coppia aveva in auto tre borsoni pieni di prodotti di bellezza.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Chieti li hanno notati con fare sospetto ed hanno deciso di fermarli per un controllo in via Tirino a Chieti,nei pressi del Centro commerciale teatino. Nell'auto dei due, un uomo e una donna di 27 e 43 anni, di origine romena, i Militari hanno trovato tre grandi borse della spesa con un’enorme quantità di prodotti di bellezza, per l’igiene della persona e cosmetici. Alla richiesta dei militari riguardo alla provenienza di quella merce i due hanno risposto: “li abbiamo comprati dagli ambulanti a Pescara”. Scusa ritenuta subito inverosimile dai Carabinieiri che, in seguito ad approfonditi controlli, avevano appreso che la donna la stessa mattina era stata denunciata dalla Polizia di Rimini per il furto in un centro commerciale.

I Carabinieri hanno prelevato i due e li hanno accompagnati in caserma per effettuare la perquisizione del veicolo e quella personale. Il valore della merce ritrovata ammonta a 3.500 euro in creme antirughe, solari, cosmetici e prodotti per i capelli, tutto sequestrato.

I due romeni sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Chieti per ricettazione. La coppia è stata anche denunciata dai militari dell'Arma poiché risiede fuori dal Comune di Chieti, ed ha pertanto violato anche la normativa sul Covid-19. Scattano ora le indagini per ritrovare i proprietari dei prodotti.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Chieti Carabinieri

Potrebbero interessarti

Con le nuove Ordinanze, concordate venerdì scorso con i Governatori e i Sindaci e firmate oggi dal Commissario Straordinario, Giovanni Legnini, si apre una nuova fase.

Il piano di “ricostruzione sociale”, con interventi volti a bambini, adolescenti e genitori, vuole essere una risposta alle nuove necessità emerse nel corso della pandemia

L'assessore alla salute della regione Abruzzo sottolinea " Episodio da censurare con fermezza" ed annuncia provvedimenti disciplinari.

Nicola Manzi, Michele Paliani, chiedono il rispetto degli impegni assunti dai i vertici dell'azienda che a Febbraio avevano annunciato un piano di investimenti di oltre 9 milioni di euro.