Venerdì 19 Luglio 2024

Cronaca

Furti di tabacchi nella Marsica, obbligo di dimora e di firma per un napoletano

15/02/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Furti di tabacchi nella Marsica, obbligo di dimora e di firma per un napoletano

A conclusione delle indagini svolte dalla Stazione di Scurcola Marsicana congiuntamente a quella di Tagliacozzo, nel corso della mattinata odierna, è stata eseguita, in Napoli, la misura cautelare dell’obbligo di dimora a Napoli, insieme a quella dell’obbligo di presentazione quotidiana alla p.g., nei confronti di A.E., 49enne del luogo.

Il provvedimento, emesso dal GIP Dottoressa Maria Proia del Tribunale di Avezzano su richiesta del PM Dottor Maurizio Maria Cerrato, scaturisce all’esito delle indagini condotte a seguito dei due furti di tabacchi, sottratti all’interno dei veicoli di due donne, titolari di esercizi commerciali bar nella Marsica, le quali avevano prelevato una fornitura di sigarette poco prima presso i Monopoli di Stato in Avezzano. Gli episodi verificatisi il 23 gennaio in Scurcola Marsicana, frazione Cappelle dei Marsi ed il 18 febbraio scorso in Tagliacozzo hanno immediatamente allertato i Carabinieri della Compagnia di Tagliacozzo, nella considerazione delle analogie circa le modalità in cui si sono verificati, ovvero furti su autovettura ai danni di due donne, mentre i rispettivi veicoli si trovavano parcheggiati nelle aree antistanti grandi esercizi commerciali lungo la Via Tiburtina Valeria. Il GIP, concordando con le risultanze investigative prodotte dai Carabinieri, costituite principalmente nell’analisi dei filmati di video sorveglianza di alcune attività commerciali presenti nei luoghi ove sono state perpetrate le azioni delittuose, nonché dai riscontri effettuati con l’Arma di Napoli, che hanno prodotto sufficienti elementi indiziari tali da far ritenere che sussista il pericolo che l’indagato possa commettere altri delitti della stessa natura, ha inteso emettere la misura cautelare in questione, anche al fine di tenere lontano l’uomo dal territorio abruzzese e di monitorarne l’attività quotidiana, mediante i carabinieri del luogo di residenza, con l’obbligo di firma.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Anche nell’estate 2024 la Polizia di Stato accompagnerà il viaggio di quanti approfitteranno della bella stagione per visitare le principali località turistiche italiane.

Il tribunale di Pescara ha condannato a dieci anni e quattro mesi di reclusione Nico Fasciani, 25 anni, di Civitaquana (Pescara) al termine del processo con rito abbreviato per il duplice tentato omicidio nei confronti di uno zio, Giancarlo Fasciani (57), e della compagna di quest'ultimo, Paola De Palma (30) feriti gravemente, a colpi di pistola, il 17 maggio 2023.

Nuova udienza questa mattina in Corte d'Assise a Chieti, l'ultima prima della pausa estiva, per il processo per l'agguato sulla Strada Parco a Pescara del primo agosto del 2022 in cui venne ucciso l'architetto Walter Albi e rimase gravemente ferito l'ex calciatore Luca Cavallito.

Una lettera per documentare, anche con grafici e dati precisi, la condizione attuale in merito alla disponibilità della risorsa. E’ una vera e propria emergenza idrica per 49 comuni della provincia di Chieti alle prese con una programmazione di interruzioni della fornitura che non si verificava da anni.