Venerdì 20 Settembre 2019

Cronaca

Falso allarme bomba a Pescara "ci sono 4 bombe nucleari"

09/09/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Falso allarme bomba a Pescara "ci sono 4 bombe nucleari"

Rientrato l'allarme bomba che ha bloccata la stazione di Pescara ed ha costretto alla soppressione di molti treni della linea ferroviaria adriatica.

Rientrato l'allarme bomba che ha bloccata la stazione di Pescara ed ha costretto alla soppressione di molti treni della linea ferroviaria adriatica dalle 13.50. Dopo l’arrivo di una telefonata anonima che annunciava la presenza di quattro ordigni nucleari pronti ad esplodere, hanno preso il via le operazioni di evacuazione della stazione di Pescara. Sul posto si sono portati immediatamente gli uomini del nucleo NBCR dei vigili del fuoco e gli artificieri della polizia. La zona è stata transennata. Dopo un paio d'ore l'allarme è rientrato, fortunatamente nessuna bomba è stata trovata. Tanti i disagi alla circolazione dei treni che hanno coinvolto tutta l'Italia Centrale.

Alle ore 15.55 è stata riattivata  la circolazione ferroviaria nella stazione Pescara Centrale e sulle linee Terni – Sulmona, Pescara – Sulmona, Civitanova Marche – Albacina, Porto d’Ascoli – Ascoli, Giulianova – Teramo, Pescara – Ancona – Rimini. Durante lo stop nessun treno è rimasto fermo in linea. Ritardi medi di 90 minuti con punte fino a 140 minuti.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Pescara

Potrebbero interessarti

Nel pomeriggio di ieri la Polizia di Stato ha tratto in arresto S.G, 46 anni, di Pescara, destinatario di ordine di carcerazione, dovendo scontare 14 anni e 4 mesi di reclusione.

Attivazione del servizio dedicato alla gestione degli aspetti assicurativi dell’incidente del 17 settembre a Caprara 2019

17enne aggredito durante la "nottata". I Carabinieri individuano gli autori. Tre 19enni denunciati per lesioni aggravate.

I Carabinieri della Stazione di Cupello, nel corso di ordinari servizi di controllo del territorio eseguiti tra i comuni di Cupello e Monteodorisio, hanno tratto in arresto nella serata del 17 settembre 2019 una persona per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.