Lunedì 10 Agosto 2020

Cronaca

Ex carabiniere di Mozzagrogna ucciso nelle Marche, arrestata una coppia

09/06/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Ex carabiniere di Mozzagrogna ucciso nelle Marche, arrestata una coppia

Proficua l'intensa attività di indagine condotta dai carabinieri, coordinata dalla procura di Ascoli Piceno, che grazie anche alle testimonianze rese dai cittadini ha permesso di risalire ai presunti responsabili dell'omicidio

Arrivano due arresti per l'omicidio di Antonio Cianfrone, il 51enne di Mozzagrogna, ex carabiniere, ucciso a colpi di pistola, il 3 giugno scorso, in un agguato sulla pista ciclabile a Spinetoli, in provincia di Ascoli Piceno dove si era trasferito da tempo. Con l'accusa di omicidio premeditato è stata sottoposta a fermo di polizia giudiziaria una coppia. Si tratta di Giuseppe Spagnulo, di 54 anni, e della moglie Francesca Angiulli, entrambi originari di Taranto. La coppia è stata prelevata dai carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Ascoli Piceno. Sono accusati in concorso di omicidio premeditato e porto d'arma da fuoco. ll procuratore di Ascoli Piceno,Umbero Monti, sottolinea in una nota: " Sono molteplici gli elementi raccolti dalle articolate attività di indagine svolte dal momento dell’omicidio ad oggi e tutt’ora in corso, elementi raccolti in pochi giorni e che convergono, allo stato, nel far ritenere la coppia responsabile dell’omicidio in questione". Le complesse indagini - continua la nota della Procura - sono state svolte con accuratezza e celerità dal Nucleo investigativo dei carabinieri di Ascoli Piceno, con la partecipazione corale e qualificata di tutte le altre articolazioni dell’Arma provinciale (Nucleo operativo Compagnia di San Benedetto del Tronto e Stazione di Monsampolo del Tronto in particolare) e della sezione di Polizia giudiziaria di questa Procura". Sarebbero state fondamentali, per risalire ai presunti assassini dell'uomo, le testimonianze rese da alcune persone che avrebbero assistito alle fasi antecedenti e successive all'omicidio. Intanto  l'11 giugno alle 11 sarà eseguita l'autopsia sul corpo dell'ex comandante della stazione dei carabinieri di Monsampolo del Tronto. L'esame verrà svolto nell'obitorio dell'ospedale Mazzoni di Ascoli.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Nascondeva in un pacchetto di sigarette cocaina. Nella sua abitazioni trovata altra droga ed un bilancino di precisione.

lo rende noto la Asl di Teramo che ha deciso di sottoporre a tampone, nella giornata di domani, tutti i dipendenti dello stabilimento di Controguerra ed annuncia di aver già messo in atto tutte le procedure di isolamento e controllo delle persone risultate positive al Covid.

Alla donna è stato riconosciuto un ruolo determinante in seno all'organizzazione dedita al trasporto e allo spaccio di cocaina ed una pericolosità sociale.

Tra loro 7 minorenni tra i 15 e i 17 anni, tutti asintomatici, Lo conferma la Asl di Teramo