Sabato 08 Agosto 2020

Cronaca

Emergenza migranti Lampedusa, in Abruzzo ne arriveranno 200, 50 in provincia dell'Aquila

31/07/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Emergenza migranti Lampedusa, in Abruzzo ne arriveranno 200, 50 in provincia dell'Aquila

Lo comunica la Prefettura, che spiega la situazione controlli Covid e la ripartizione. 20 migranti saranno accolti nel Comune di Civita d’Antino, 15 nel Comune di Canistro e 15 nel Comune dell’Aquila.

Il Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione del Ministero dell’Interno ha disposto il trasferimento in Abruzzo di 200 migranti sbarcati a Lampedusa dall’Africa, facenti parte della prevista ripartizione su base nazionale. Le strutture sanitarie presenti sull’isola hanno effettuato alle persone sbarcate ed accolte i test covid obbligatori: i 200 migranti assegnati all’Abruzzo sono risultati tutti negativi, 50 di loro sono stati sottoposti a tampone, 150 a test sierologico.Lo comunica la prefettura dell'Aquila con una nota. Per quanto attiene alla provincia dell’Aquila saranno tre le strutture destinate all’accoglienza, con una ripartizione che prevederà l’assegnazione di 20 migranti al Comune di Civita d’Antino, 15 al Comune di Canistro e 15 al Comune dell’Aquila. Gli extracomunitari saranno tutti sottoposti a tampone covid a cura della Asl 1 Avezzano, Sulmona, L’Aquila e resteranno in isolamento fiduciario all’interno delle strutture di riferimento, con monitoraggio giornaliero della temperatura corporea e uso obbligatorio della mascherina anche negli spazi aperti ove non si possa rispettare il previsto distanziamento sociale.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

L'Aquila

Potrebbero interessarti

Alla donna è stato riconosciuto un ruolo determinante in seno all'organizzazione dedita al trasporto e allo spaccio di cocaina ed una pericolosità sociale.

Tra loro 7 minorenni tra i 15 e i 17 anni, tutti asintomatici, Lo conferma la Asl di Teramo

Operazione congiunta delle forze dell'ordine, come era stato preannunciato dal sindaco nei giorni scorsi, volta a ripristinare la legalità anche nel commercio.

La Guardia di Finanza di Ortona, ha sottoposto a sequestro 35.000 litri di gasolio stoccato in un deposito non autorizzato di Atessa (CH).