Mercoledì 28 Ottobre 2020

Cronaca

Droga a Lanciano, blitz dei Carabinieri di Atessa in due abitazioni, arrestate 4 persone

16/10/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Droga a Lanciano, blitz dei Carabinieri di Atessa in due abitazioni, arrestate 4 persone

Rinvenuti 6 kg di marijana pronti per essere immessi sul mercato della droga di Lanciano e dei Comuni limitrofi, come Atessa, Archi e Perano.

Dopo una importante attività di indagine condotta dai militari dell'Arma del Nucleo Operativo radiomobile della compagnia di Atessa, diretti dal Tenente Federico Ciancio, è scattato ieri sera, intorno alle 21, il blitz antidroga dei Carabinieri di Atessa in due abitazioni di Lanciano, dove l'azione investigativa aveva fatto supporre fossero detenuti grossi quantitativi di sostanza stupefacente. Negli ultimi mesi era stato rilevato, nei comuni di Atessa, Archi e Perano, un innalzamento del consumo di droghe leggere, certificato con diversi sequestri amministrativi di stupefacente per uso personale effettuato, dai carabinieri, nei confronti di alcuni giovani. Di qui le indagini dei militari che sono riusciti a risalire alla base dello spaccio. Le perquisizioni che hanno visto l’impiego di circa 10 militari e di un’unità cinofila del Nucleo Cinofili carabinieri di Chieti, hanno permesso di rinvenire oltre 6 kg di marijuana, già pronta per essere immessa non solo sul mercato locale lancianese ma anche sui comuni limitrofi tra cui Atessa, Archi e Perano, dove avrebbe fruttato circa 10.000 euro. Rinvenuto anche materiale per il confezionamento e la pesatura dello stupefacente, tutto sottoposto a sequestro penale. L’intervento dei militari ha colto di sorpresa gli arrestati tant’è che nella prima perquisizione effettuata, alcuni di loro erano intenti nel confezionamento di parte dello stupefacente trovato su un di un tavolo con vicino il materiale per il confezionamento e la pesatura. L’operazione ha permesso di trarre in arresto 4 persone, tra cui una donna, di cui 3 incensurate, tutte residenti a Lanciano. Si tratta di un 36 enne D.R F, un 31enne M.G, una 24enne G.I e un 37enne B.S. Tutte le persone sono state poste alla misura degli arresti domiciliari su disposizione del P.M di turno Dottoressa Serena Rossi.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Rispetto a ieri si registrano 345 nuovi casi (di età compresa tra 1 mese e 104 anni). Dei nuovi casi, 128 sono riferiti a tracciamenti di focolai già noti.

“Apprendiamo con profondo dolore gli sviluppi dell’inchiesta della magistratura su alcuni episodi che sarebbero avvenuti nell’unità di cardiochirurgia del policlinico di Chieti. Abbiamo massima fiducia nel lavoro degli inquirenti e ci auguriamo che venga fatta piena luce su quanto accaduto nel più breve tempo possibile.

Nella mattinata odierna, militari del Comando Provinciale di Chieti unitamente ai colleghi delle province di Pescara, Teramo, Macerata, Ascoli e Padova hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare disposta dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Chieti su richiesta della Procura della Repubblica di Chieti, nei confronti di 4 soggetti residenti in Abruzzo e nelle Marche, indagati a vario titolo per corruzione, falso, turbativa d’asta e omicidio colposo per una maxi frode sulla spesa sanitaria.

Il grido di dolore e di rabbia di baristi ristoratori e dei rappresentanti delle altre categorie interessate dalle chiusure previste dal nuovo decreto.