Mercoledì 05 Agosto 2020

Cronaca

Domani i funerali dello speleologo morto in una grotta invasa dalla piena a Roccamorice

08/07/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Domani i funerali dello speleologo morto in una grotta invasa dalla piena a Roccamorice

Ieri il sopralluogo del Pm nella grotta dove ha trovato la morte il 42enne, per chiarire la dinamica della tragedia. Oggi è stato eseguito l'esame autoptico.

Dopo l’autopsia, eseguita oggi all’ospedale di Pescara dalla dottoressa Federica Merola, disposta dalla Procura, è stata riconsegnata ai famigliari la salma di Alessio Carulli, il 42enne di Arielli trovato morto sabato notte nella grotta di Risorgiva a Roccamorice, alle pendici della Maiella, nel Pescarese, dal Soccorso Alpino e Speleologico. Il geologo era rimasto bloccato all'interno della cavità naturale, invasa dalla piena, insieme a due compagni - un 31enne della provincia di Ancona e un 36enne di Pianella (Pescara) - che sono stati invece recuperati sabato sera e trasportati dal 118 all'ospedale di Pescara. Erano estremamente provati, ma in buone condizioni fisiche. Mentre il 42enne non ce l'ha fatta, il suo corpo è stato recuperato privo di vita alle 3.30 di notte. Ieri mattina il pubblico ministero Fabiana Rapino, che coordina l’inchiesta, ha eseguito un sopralluogo nella zona della grotta, insieme ai carabinieri e ai vigili del fuoco che sabato si sono occupati dell’intervento di soccorso, con l’obiettivo di ricostruire nel dettaglio quanto accaduto dentro la grotta dove ha trovato la morte Alessio Carulli. I Funerali del geologo, stimato volontario della Protezione civile di Lanciano, saranno celebrati domani pomeriggio alle 16.00 nella Chiesa Parrocchiale San Matteo Apostolo di Poggiofiorito.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

E' ripresa e sta tornando gradualmente alla normalità la circolazione ferroviaria fra Vasto San Salvo e Montenero, sulla linea Pescara - Termoli, sospesa dalle 3.45 alle 7.40, per un incendio divampato in prossimità della sede ferroviaria.

L'uomo era stato raggiunto da un ordine di carcerazione ma aveva fatto perdere le sue tracce. A riconoscerlo un militare in pensione.

Nei prossimi giorni saranno sanzionati i trasgressori e chi andrà a manomettere i cantieri.

L'episodio è avvenuto lo scorso fine settimana. Tiziana Magnacca: un atto inqualificabile, chiederò di rafforzare la presenza delle forze dell'ordine.