Lunedì 01 Giugno 2020

Cronaca

Coronavirus, Verna:"Garantire sicurezza di personale e pazienti ospedale Renzetti"

27/03/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Coronavirus, Verna:"Garantire sicurezza di personale e pazienti ospedale Renzetti"

Il vice sindaco del Comune di Lanciano chiede chiarezza alla Asl Lanciano Vasto ed alla Regione sulla gestione dei contagi in alcuni reparti

Siamo in piena emergenza sanitaria e non è certo questo il momento delle polemiche e delle strumentalizzazioni. Ma da vice sindaco e amministratore di questa città non posso esimermi dal chiedere chiarezza al direttore generale della Asl Schael e alla Regione sulla gestione dei casi di contagio nel nostro ospedale Renzetti. Cosi, in una nota, il vice sindaco del comune di Lanciano Giacinto Verna.

 

"Dopo settimane dal primo caso positivo di una paziente di Ortopedia, il 9 marzo scorso, arrivano segnalazioni che mancano ancora dispositivi di protezione per il personale medico ed infermieristico del presidio. E nel frattempo, ad oggi, si contano 5 medici e 13 infermieri e operatori sociosanitari positivi tra i reparti di Ortopedia e Medicina. E’ forte il dubbio che qualcosa sia stato sottovalutato nella gestione di quel primo caso, che di fatto ha portato alla presenza di un focolaio nel reparto di Ortopedia, con 9 pazienti su 13 risultati positivi, di cui due donne anziane successivamente decedute. - dice Verna, che continua la nota porgendo numerose domande agli enti preposti - Perché la sanificazione del reparto non è stata fatta immediatamente? Perché non sono stati sottoposti subito a tampone medici e infermieri asintomatici? Lo chiedo anche alla luce di quanto accaduto negli ultimi giorni, che è stato anche oggetto di un esposto da parte di un consigliere regionale: un paziente dell’Utic, transitato per il reparto di Medicina, risultato positivo al Covid-19 e deceduto martedì. Che cosa si sta facendo per evitare che si ripeta la situazione già verificata negli altri due reparti? Si sta procedendo a fare i tamponi al personale, alla sanificazione con chiusura del reparto? Si sta facendo di tutto per mettere in sicurezza l’ospedale e per garantire la salute del personale e dei pazienti? Non è tempo, per Asl e Regione, di centellinare le risorse ma di ragionare in termini di salute pubblica: occorre investire per tutelare medici e operatori sanitari, per garantire cure sicure ai pazienti che entrano in ospedale e per rispettare tutte le norme e le prescrizioni, soprattutto alla luce del fatto che il Renzetti è stato individuato come ospedale “Covid-free”. Un’ultima considerazione. La Asl Lanciano-Vasto-Chieti continua a non avere un direttore sanitario aziendale, figura di guida e supervisione della struttura sanitaria, che mai come in questo momento di emergenza sarebbe risultata fondamentale".

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Grazie a trasferimenti statali ad doc attribuiti, l’Unione ha organizzato, senza costi aggiuntivi per i Comuni ed i propri cittadini, la sanificazione permanente degli ambienti che riguarderà gli immobili comunali, gli automezzi comunali, gli ambulatori medici, le chiese, fino agli operatori del territorio.

Intervistati oltre mille riders operanti per le piattaforme virtuali del food delivery

I carabinieri in borghese lo hanno pedinato e sottoposto a controllo scovando la droga nella sua auto