Mercoledì 12 Agosto 2020

Cronaca

Coronavirus: Verì, farmacisti protagonisti nella gestione dell'emergenza

12/03/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Coronavirus: Verì, farmacisti protagonisti nella gestione dell'emergenza

L'assessore regionale alla sanità sottolinea l'importante ruolo svolto in questo momento di emergenza sanitaria dalle quasi 500 farmacie del territorio abruzzese

“In questo momento di emergenza anche nella nostra regione, non posso non rivolgere un ringraziamento a tutti i farmacisti abruzzesi, in prima linea nell’assicurare un servizio prezioso e insostituibile per tutti i cittadini”. Lo sottolinea l’assessore alla Salute, Nicoletta Verì. “L’ultimo decreto del Governo – puntualizza l’assessore – stabilisce che le farmacie debbano rimanere aperte per garantire l’erogazione dei medicinali e degli altri presidi all’utenza. E il loro ruolo da oggi è ancora più importante, perché l’ordinanza regionale sulle ricette dematerializzate (con la possibilità, quindi, per gli assistiti di ritirare i farmaci attraverso un semplice codice trasmesso dal medico curante, senza recarsi in ambulatorio) le pone quali protagoniste nella gestione dell’emergenza”. “Comprendo anche le preoccupazioni degli operatori riguardo l’aumento dei contagi e il rapporto diretto con i cittadini – continua la Verì – ma sono certa che sapranno organizzare il servizio in assoluta sicurezza e superando ogni difficoltà. Mai come in questo momento le farmacie, con i loro quasi 500 punti di erogazione sul territorio regionale, rappresentano una delle articolazioni più diffuse del nostro sistema sanitario ed è per questo che la loro funzione resta imprescindibile”.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Il sindaco Magnacca annuncia che la prossima volta verranno riportati a casa dei responsabili. Il Comune aumenta le fototrappole che inchiodano gli incivili.

L'associazione critica fortemente il Comune, ente gestore della riserva naturale e sottolinea: tra rifiuti, assembramenti e watt sparati viene meno la conservazione della Natura e un turismo fondato sul rispetto dei luoghi.

Il sindaco di Lanciano lancia un appello" Il virus è ancora in circolazione, dobbiamo evitare che si generi nuovo lockdown" vi invito a rispettare le norme"

“Non avrei mai voluto trovarmi di fronte ad una scelta del genere, ma quando si tratta di tutela della salute pubblica non ci sono altri argomenti che tengano. Come avevo già dichiarato in ripetute occasioni, abbiamo cercato fino alla fine di trovare una soluzione che salvasse la manifestazione tenendola ad un livello di dignità assoluta e tutelasse i nostri spettatori, ma abbiamo dovuto desistere”.