Sabato 30 Maggio 2020

Cronaca

Coronavirus, giovane sconosciuto consegna 100 mascherine a polizia municipale Lanciano

26/03/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Coronavirus, giovane sconosciuto consegna 100 mascherine a polizia municipale Lanciano

Il sindaco Pupillo: "Un gesto che da calore ed ancora più coraggio agli agenti"

"Ieri mattina un giovane è entrato nel comando della Polizia Municipale di Lanciano e dopo poche parole pronunciate velocemente all'agente in servizio nell'ufficio al piano terra è andato subito via. L'agente piantone non è riuscito a sentire bene, un po' per il vetro che separa l'utenza dall'ufficio, un po' per la velocità con cui tutto è avvenuto. E' riuscito solo ad avvicinarsi e a scoprire che il ragazzo aveva lasciato, nei pressi della fessura passa documenti del vetro divisorio, due scatole di mascherine chirurgiche. 100 mascherine per la nostra Polizia Municipale." Lo racconta il sindaco di Lanciano Mario Pupillo che sottolinea il desiderio di voler ringraziare questa Associazione e questo ragazzo "Volato via come un angelo custode senza neanche dare il tempo di un sorriso o di un grazie per un gesto così grande di solidarietà che rinfranca e conforta tutti noi." Pupillo sottolinea l'importante lavoro svolto in questo periodo di emergenza Covid -19 dalla polizia municipale frentana guidata dal Comandante Guglielmo Levante, impegnata in uno straordinario servizio di assistenza alla popolazione e di vigilanza delle misure da rispettare nell'interesse di tutti.

Il sindaco Pupillo continua: "Vorremmo far arrivare a questo giovane e alla sua Associazione il più sentito ringraziamento da parte di tutta la Polizia Municipale, con in testa il Comandante Guglielmo Levante, e dell'Amministrazione Comunale di Lanciano per un gesto che, in giornate complicate come queste, ha offerto calore e dato ancora più coraggio a tutti gli agenti impegnati tanto faticosamente in strada per provare a limitare il diffondersi di questa tremenda epidemia".

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Lo ha deciso il Gip nel corso dell'udienza di convalida dell'arresto.

Sono stati immortalati dalle telecamere. Il sindaco Biondi: consegneremo le foto alle autorità per identificarli e sanzionarli.

L'uomo era stato arrestato in Abruzzo, insieme ad altri 27 soggetti, e condannato poichè ritenuto componente di un sodalizio criminale composto da rom ed albanesi. I carabinieri di Montesilvano e Vasto non si sono mai arresi nelle ricerche e lo hanno individuato e fatto arrestare.

Ad assistere alla violenza il figlio della donna, un bimbo di appena tre anni che è stato accudito amorevolmente dai poliziotti e tranquillizzato