Giovedì 21 Gennaio 2021

Cronaca

Coronavirus Pescara, lungomare vuoto con un sole splendido.

17/03/2020 - Redazione AbruzzoinVideo

Le immagini e le riprese aeree effettuate dal Reparto Operativo Aeronavale di Pescara della Guardia di Finanza mostrano Pescara e Chieti deserte durante il soleggiato pomeriggio di lunedì 16 marzo.

In una giornata bellissima di sole, con neanche una nuvola in cielo, in condizioni normali sarebbero state migliaia le famiglie a passeggiare sul lungomare. E invece, in questo inizio di settimana in emergenza coronavirus, in piena attuazione del decreto governativo che vieta gli spostamenti se non necessari, ecco come si presentano Pescara e Chieti.



Le forze dell’ordine hanno sorvegliato e lanciato appelli. Le eloquenti immagini a corredo offrono una fotografia di aree, solitamente affollate in qualsiasi ora del giorno, evidentemente deserte se non con qualche cittadino sull’arenile di Pescara o in uscita con il proprio cane. In questo periodo emergenziale dovuto alla pandemia del Covid-19, tutti i cittadini sono chiamati ad un senso di maggiore responsabilità civica e le forze dell’ordine ad una attenta sorveglianza del territorio.



Anche in questa emergenza sanitaria nazionale, il Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Pescara vigilerà dall’alto e dal mare sul rispetto delle ordinanze poste a tutela della salute pubblica, segnalando alle pattuglie operanti a terra eventuali assembramenti, per un immediato intervento. Un appello corale: “aiutaci ad aiutarti: resta a casa!”

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

All'alba di martedì, i Finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Pescara, coadiuvati dai Reparti alla sede di Milano, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Pescara – Dr.ssa Antonella Di Carlo – nei confronti di tre cittadini italiani, membri di un’organizzazione criminale dedita allo spaccio ed al traffico di sostanze stupefacenti e di armi fra la Lombardia e l’Abruzzo.

L’arresto, operato da personale del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni “ABRUZZO” di Pescara e dalla Sezione di Teramo, è stato effettuato all’esito della perquisizione eseguita a carico dell’uomo, su delega della Procura della Repubblica di L’Aquila, durante la quale gli operatori di polizia hanno sequestrato una notevole quantità di dispositivi informatici, tra PC, Tablet e Chiavette USB.

I titolari dei locali hanno ricevuto anche sanzioni amministrative per 400 euro.

Nove i nuovi decessi. Gli attualmente positivi scendono di 336 unità rispetto a ieri.