Mercoledì 23 Settembre 2020

Cronaca

Coronavirus, non ci sono casi a San salvo,il sindaco smentisce le notizie su un caso in città

21/03/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Coronavirus, non ci sono casi a San salvo,il sindaco smentisce le notizie su un caso in città

I dati che sono stati diffusi attraverso il sito della Regione Abruzzo si riferiscono all’anagrafe sanitaria, che non sempre coincide con quella anagrafica cittadina

“Non ci sono casi di coronavirus a San Salvo. Mi sono attivata presso i competenti uffici della Asl Lanciano Vasto Chieti che, in ogni caso, hanno l’obbligo di comunicazione al sindaco, ed ho avuto riscontro che a San Salvo non è stato registrato alcun caso di coronavirus”. A dichiararlo il sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca dopo la diffusione di notizie apparse sui siti locali di un caso che sarebbe stato registrato in città. “I dati comunicati nella giornata odierna dalla Asl Lanciano Vasto Chieti, relativamente al contagio da coronavirus, non segnalano alcun caso riferibile a San Salvo così come non ce ne sono stati nei giorni precedenti, quindi ad oggi non ci sono casi di contagio tra i residenti. I dati che sono stati diffusi attraverso il sito della Regione Abruzzo – precisa il sindaco Magnacca – si riferiscono all’anagrafe sanitaria, che non sempre coincide con quella anagrafica cittadina, oltre a dover sempre mettere in conto la possibilità di un errore”. Infine conclude: “Se nelle prossime ore o nei prossimi giorni mi dovessero arrivare informazioni di casi positivi mi attiverò subito, per trasparenza e quale sindaco di San Salvo, a darne immediata comunicazione ai miei concittadini. A San Salvo ad oggi non è stato registrato alcun caso di Covid-19. Rinnovo l’invito restate a casa”. --

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

I nuovi casi sono di età compresa tra 16 e 79 anni) e sono residenti in provincia di Chieti (5), Pescara (6), Teramo (5) e fuori regione (2).

Si tratta di due pregiudicati individuati grazie ad un'intensa attività d'indagine condotta dalla squadra mobile di Pescara.

"Nonostante la trasformazione delle feste di settembre per evitare assembramenti si sono creati purtroppo spontaneamente"

L’uomo si era specializzato nella coltivazione di diverse varietà di cannabis ognuna con un diverso principio attivo.