Lunedì 10 Agosto 2020

Cronaca

Coronavirus, Il Centro Integrativo Prima Infanzia di Ortona è online, letture ed attività per i bimbi fino a tre anni

19/03/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Coronavirus, Il Centro Integrativo Prima Infanzia di Ortona è online, letture ed attività per i bimbi fino a tre anni

CIPI'. Centro Interattivo Prima Infanzia della Biblioteca Comunale di Ortona, avvia il servizio online per seguire le attività da casa

Il CIPÌ della biblioteca comunale, azione di servizio tra quelle all’interno del Piano Sociale dell’ADS n. 10 ortonese,avvia da oggi, giovedi 19 marzo, incontri, letture e attività per bambini fino a tre anni e i loro genitori in modalità online, nei medesimi orari e con le stesse modalità che erano previste dal servizio ordinario in presenza. Un servizio di grande profilo innovativo collocato all’interno del Polo per l’Infanzia del Comune di Ortona e gestito dal Consorzio SGS, che accoglierà le numerose richieste delle famiglie di poter continuare a seguire da casa le attività. «In questi momenti di emergenza– dichiara il Sindaco Leo Castiglione – c’è poca attenzione alla condizione dei bambini più piccoli che hanno visto all’improvviso cambiare completamente, apparentemente senza una ragione, i ritmi e le abitudini di vita. Iniziative come queste sono di fondamentale importanza, oltre che per ragioni educative, anche per facilitare e rendere più piacevole il loro quotidiano». Il servizio CIPÌ ha ottenuto nel 2018 il Premio Nazionale “Nati per Leggere” del Salone del libro di Torino per il miglior progetto educative basato sulla lettura precoce ai bambini fino a tre anni, e avviando questa continuità online mostra tutta la sua capacità di adeguarsi anche alle situazioni più estreme, come quella che stiamo vivendo, in favore dei bambini e delle famiglie. Infine sarà attivo uno sportello informativo telefonico e virtuale per i genitori.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Nascondeva in un pacchetto di sigarette cocaina. Nella sua abitazioni trovata altra droga ed un bilancino di precisione.

lo rende noto la Asl di Teramo che ha deciso di sottoporre a tampone, nella giornata di domani, tutti i dipendenti dello stabilimento di Controguerra ed annuncia di aver già messo in atto tutte le procedure di isolamento e controllo delle persone risultate positive al Covid.

Alla donna è stato riconosciuto un ruolo determinante in seno all'organizzazione dedita al trasporto e allo spaccio di cocaina ed una pericolosità sociale.

Tra loro 7 minorenni tra i 15 e i 17 anni, tutti asintomatici, Lo conferma la Asl di Teramo