Domenica 17 Gennaio 2021

Cronaca

Coronavirus, continua l'attività dei 13 centri antiviolenza in Abruzzo a sostegno delle donne

23/03/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Coronavirus, continua l'attività dei 13 centri antiviolenza in Abruzzo a sostegno delle donne

Tutte le strutture hanno dato la piena disponibilità, alcune per l'intera giornata, a garantire i servizi di assistenza

L'emergenza sanitaria nazionale per il Covid-19 non ferma l'attività dei Centri antiviolenza in Abruzzo. I 13 Centri antiviolenza dislocati sul territorio regionale continueranno a garantire sostegno alle donne vittime di violenza mediante accoglienza, ascolto e consulenze legali e piscologiche. Lo annuncia la Regione Abruzzo.

E' importante segnalare che accanto al servizio che forniscono i Centri antiviolenza si affianca il numero Verde nazionale 1522 attivo naturalmente anche in questo momento di emergenza sanitaria. A raccogliere la disponibilità dei Centri antiviolenza operanti in Abruzzo è stato il servizio Salute e Benessere sociale della Regione che nei giorni scorsi ha avviato un'indagine conoscitiva coinvolgendo i responsabili dei Centri antiviolenza in relazione soprattutto alle disponibilità logistiche e di personale nel periodo di emergenza sanitaria. Tutte le strutture operanti e autorizzate dalla Regione hanno dato la piena disponibilità, alcune per l'intera giornata, a garantire i servizi di assistenza, a conferma della valore di pubblica utilità del servizio stesso e del senso di "responsabilità sociale" in capo ai tanti operatori che ogni giorno operano nei Centri antiviolenza. L'elenco dei Centri antiviolenza e le relative disponibilità sono consultabili all'indirizzo: http://www.abruzzosociale.it/site/main/post/186.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Stamane la consegna da parte dell’assessore Regionale della Lega, Nicola Campitelli, di cucce e materiale per la sterilizzazione dei cani al canile sanitario. Materiale acquistato sia grazie al contributo del consiglio regionale che alla raccolta fondi organizzata dall’associazione che gestisce il canile da 12 anni.

Dopo l'ennesima aggressione fisica la povera donna si decisa a chiedere aiuto ai carabinieri della compagnia di Lanciano.

Gli agenti sono intervenuti in un parco pubblico cittadino frequentato da minori dopo aver ricevuto una segnalazione.

Sono 9 i decessi in Abruzzo.Scendono di 36 unità gli attualmente positivi in Abruzzo che sono complessivamente 11180