Marted 02 Giugno 2020

Cronaca

Coronavirus, Campitelli: apprezzabile l'organizzazione della rete ospedaliera da parte della Asl 02

13/03/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Coronavirus, Campitelli: apprezzabile l'organizzazione della rete ospedaliera da parte della Asl 02

L'assessore regionale plaude al ripristino di alcune aree dell'ospedale di Atessa ma chiede che la chiusura ed trasferimento delle altre degenze dall'ospedale siano solo di natura provvisoria

L’assessore regionale Nicola Campitelli interviene sulla riorganizzazione dei presidi ospedalieri disposta dal Direttore Generale della Asl Lanciano Vasto Chieti, Thomas Schael, con la delibera n. 260 del 12/03/2020, per affrontare l’emergenza Covid- 19. “In ottemperanza ai miei doveri istituzionali e per quello che attiene alle mie possibilità, mi sono messo a completa disposizione del Direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti e di supporto ai Sindaci ed a tutto il territorio, tenuto conto della delibera adottata nella quale sono stati previsti interventi differenziati per livelli di complessità assistenziale. Come già indicato nella delibera aziendale n. 260 del 12/03/2020 è assolutamente necessario mantenere almeno un ospedale “Covid free”, individuato nel “Renzetti” di Lanciano, chiamato a gestire gran parte delle urgenze aziendali. Pertanto tutti i pazienti che vi si recheranno saranno sottoposti ad accurata valutazione clinica per escludere dal ricovero e trasferire in altro presidio quelli con sintomi da Coronavirus. Le richieste del sindaco di Atessa e di diversi Comuni del Sangro-Aventino sono state accolte, con l’avvio delle attività di ripristino di alcune aree dell’ospedale di Atessa per accogliere pazienti Covid 19, a partire dal blocco operatorio da adibire al reparto di Rianimazione. Intendo ribadire l’appoggio totale a tutta la struttura sanitaria ed alla direzione generale alla quale chiedo, con il consueto spirito di collaborazione di specificare e chiarire, in modo da non destare ulteriore preoccupazione nella popolazione, che i trasferimenti delle attività distrettuali, la chiusura ed il trasferimento delle altre degenze NO-COVID dell’ospedale di Atessa siano di natura provvisoria e, dunque, ripristinate ad emergenza superata”.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Grazie a trasferimenti statali ad doc attribuiti, l’Unione ha organizzato, senza costi aggiuntivi per i Comuni ed i propri cittadini, la sanificazione permanente degli ambienti che riguarderà gli immobili comunali, gli automezzi comunali, gli ambulatori medici, le chiese, fino agli operatori del territorio.

Intervistati oltre mille riders operanti per le piattaforme virtuali del food delivery

I carabinieri in borghese lo hanno pedinato e sottoposto a controllo scovando la droga nella sua auto