Marted 02 Marzo 2021

Cronaca

Coronavirus, al via i test rapidi gratuiti nel comune di Cappadocia (Aq)

23/11/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Coronavirus, al via i test rapidi gratuiti nel comune di Cappadocia (Aq)

Lorenzin: screening su tutta la popolazione per prevenire il diffondersi del virus.

Test rapidi e gratuiti nel comune di Cappadocia. Da questa mattina, infatti, partirà il servizio di “drive in” a Cappadocia per effettuare i tamponi antigenici con risposta rapida. La prestazione sarà gratuita per tutti i cittadini e le spese saranno a carico del Comune. “Un atto dovuto per cercare di prevenire il diffondersi del contagio del Coronavirus nel territorio”, ha affermato il sindaco Lorenzo Lorenzin, “anche dopo le comunicazioni della Regione, il comune di Cappadocia si fa precursore della scelta di effettuare uno screening su tutta la popolazione”, ha affermato il sindaco Lorenzo Lorenzin, “io stesso questa mattina ho effettuato il test rapido. Un test che sarà gratis per tutti i cittadini e per coloro che lavorano nel territorio comunale. La popolazione ha già espresso la sua gratitudine per questa scelta”. I test saranno effettuati in tre tappe che includeranno anche le frazioni. A Cappadocia, il drive-in sarà attivo dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle 15:00 alle 17:00 presso la palestra nella giornata di oggi. Mercoledì 25, invece, a Verrecchie dalle 10:00 alle 13:00, verrà allestito uno stand nella piazza principale. Venerdì 27 novembre di nuovo a Cappadocia dalle 10 alle 13:00 con una maggiore attenzione ai residenti di Petrella e Camporotondo. Dagli uffici del comune, si precisa che l’utente dovrà essere munito di tessera sanitaria e in pochi minuti il personale sanitario effettuerà la prestazione richiesta. Da protocollo, il risultato dell’esame sarà inviato al medico di base che lo trasmetterà all’assistito disponendo, in caso di positività, la quarantena fiduciaria e l’inserimento nella piattaforma Asl. Per prenotarsi, è possibile contattare il numero 331.4155103 dalle 18:00 alle 20:00 fornendo il codice fiscale, la data e il luogo di nascita, il comune di residenza e il numero di telefono.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Appello del sindaco: Stiamo molto attenti soprattutto i ragazzi. La Dad non autorizza i più grandi ad uscire. Chiedo ai genitori maggiori controlli.

Pupillo: "siamo in un momento delicato, comportamenti che hanno determinato la contagiosità del virus sono da criticare, sono da irresponsabili"

Il Coordinamento sottolinea: Ancora cemento sulla spiaggia, ancora a poca distanza dall'acqua. E il paesaggio? E il rischio erosione?

"Non esistono categorie e ordini professionali che possano usufruire di scorciatoie perché la Direzione Asl non le ha accordate ad alcuno, per rispetto scrupoloso delle regole e del diritto alla salute di tutti."