Mercoledì 28 Ottobre 2020

Cronaca

Coronavirus Abruzzo, casi positivi +178 su 3668 tamponi. Dati aggiornati al 16 ottobre.

16/10/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Coronavirus Abruzzo, casi positivi +178 su 3668 tamponi. Dati aggiornati al 16 ottobre.

Rispetto a ieri si registrano 178 nuovi casi (di età compresa tra 1 e 92 anni). Dei nuovi casi, 86 sono riferiti a tracciamenti di focolai già noti. Sono complessivamente 5825 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall'inizio dell'emergenza.

I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 27, di cui 17 in provincia dell'Aquila, 5 in provincia di Pescara, 2 in provincia di Chieti e 3 in provincia di Teramo.

Il bilancio dei pazienti deceduti resta fermo a 491.

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 3174 dimessi/guariti (+10 rispetto a ieri).

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 2160 (+167 rispetto a ieri).

Dall'inizio dell'emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 237943 test (+3668 rispetto a ieri).

167 pazienti (+8 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 11 (+1 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 1972 (+148 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Del totale dei casi positivi, 1172 sono residenti o domiciliati in provincia dell'Aquila (+89 rispetto a ieri), 1290 in provincia di Chieti (+32), 2142 in provincia di Pescara (+15), 1131 in provincia di Teramo (+36), 43 fuori regione (-1) e 47 (+6) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

Lo comunica l'Assessorato regionale alla Sanità.(REGFLASH) 

 

*(il totale risulta inferiore di una unità perché è stato sottratto un caso, comunicato nei giorni scorsi, risultato in carico ad altra Regione)

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Coronavirus Abruzzo

Potrebbero interessarti

Rispetto a ieri si registrano 345 nuovi casi (di età compresa tra 1 mese e 104 anni). Dei nuovi casi, 128 sono riferiti a tracciamenti di focolai già noti.

“Apprendiamo con profondo dolore gli sviluppi dell’inchiesta della magistratura su alcuni episodi che sarebbero avvenuti nell’unità di cardiochirurgia del policlinico di Chieti. Abbiamo massima fiducia nel lavoro degli inquirenti e ci auguriamo che venga fatta piena luce su quanto accaduto nel più breve tempo possibile.

Nella mattinata odierna, militari del Comando Provinciale di Chieti unitamente ai colleghi delle province di Pescara, Teramo, Macerata, Ascoli e Padova hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare disposta dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Chieti su richiesta della Procura della Repubblica di Chieti, nei confronti di 4 soggetti residenti in Abruzzo e nelle Marche, indagati a vario titolo per corruzione, falso, turbativa d’asta e omicidio colposo per una maxi frode sulla spesa sanitaria.

Il grido di dolore e di rabbia di baristi ristoratori e dei rappresentanti delle altre categorie interessate dalle chiusure previste dal nuovo decreto.