Sabato 07 Dicembre 2019

Cronaca

Conclusa l'operazione Low Cost dei carabinieri del Cites di Pescara contro il commercio illegale di corallo

19/11/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Conclusa l'operazione Low Cost dei carabinieri del Cites di Pescara contro il commercio illegale di corallo

I controlli effettuati in numerosi esercizi commerciali delle 4 province abruzzesi hanno portato al sequestro di circa 7 kg di Corallo

I militari del Nucleo Carabinieri Cites di stanza presso il Gruppo Carabinieri Forestale di Pescara, nell’ambito dell’operazione “Low Cost”, svolta a livello nazionale per scongiurare il commercio illegale di Corallo, venduto ad un prezzo più basso rispetto a quello certificato Cites, hanno effettuato da luglio ad ottobre di quest’anno 25 controlli negli esercizi commerciali della Regione Abruzzo, in particolare 8 nel Chietino, 7 nell’Aquilano e 5 ciascuno nel Teramano e nel Pescarese. L'operazione ha portato al sequestro di circa 7 kg di Corallo appartenente all’Ordine “Scleractinia”, che comprende specie tutelate dalla Convenzione Internazionale sul Commercio delle Specie di Flora e di Fauna minacciate di estinzione (in Inglese “Convention on International Trade of Endangered Species - Cites”): si tratta di pezzi di scheletro calcareo del Corallo venduto in bustine come accessorio decorativo per acquari. Durante gli accertamenti, inoltre, sono stati deferiti alle competenti autorità giudiziarie cinque persone di nazionalità cinese, titolari di altrettanti negozi specializzati nella vendita di materiale per acquari, per il reato di detenzione ed offerta in vendita di Corallo tutelato dalla Convenzione di Washington, in assenza di specifica documentazione Cites che ne dimostrasse la regolare acquisizione. “Il commercio illegale dei Coralli tutelati dalla Convenzione di Washington, siglata negli Stati Uniti nel 1973” fa notare il Comandante del Gruppo Carabinieri Forestale di Pescara, “accresce la pressione antropica su queste specie già sottoposte agli effetti negativi dei cambiamenti climatici (riscaldamento e innalzamento degli oceani) e al rischio di estinzione”.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Abruzzo Carabinieri Pescara

Potrebbero interessarti

10 ordinanze di misura cautelare, 19 indagati e il sequestro di oltre 100 g di cocaina purissima al 96%. Questi sono solo alcuni numeri dell'operazione della Polizia che ha disarticolato un sodalizio criminale dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Questa mattina il personale della Squadra Volante impegnato nel servizio di controllo del territorio per la prevenzione e repressione dei reati ha rintracciato in via Passolanciano un noto pluripregiudicato D.V.A. 47enne pescarese, autore, lo scorso 20 novembre, di una rapina presso supermercato di via Ravenna.

I controlli del Nas dei Carabinieri nello stabilimento abusivo nel pescarese ha portato alla scoperta di additivi alimentari non tracciati.

I Carabinieri del Nas di Pescara hanno scoperto nella struttura gravi carenze igieniche sanitarie.