Mercoledì 28 Ottobre 2020

Cronaca

Chieti, chiama la sua ex fino a 114 volte al giorno e si apposta sotto casa, divieto di avvicinamento per un foggiano

16/10/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Chieti, chiama la sua ex fino a 114 volte al giorno e si apposta sotto casa, divieto di avvicinamento per un foggiano

Dall’entrata in vigore della nuova legge sul cosiddetto “Codice Rosso”, altissima è l’attenzione da parte delle forze dell'ordine per tutelare le vittime di violenza domestica e di genere.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Chieti hanno notificato a un 43enne foggiano, residente nella zona, un divieto di avvicinamento emesso dal Sost. Proc. Dott.ssa Lucia Anna Campo e dal Gip Dott. Andrea Di Berardino, che hanno ritenuto talmente gravi gli elementi raccolti dai carabinieri, che in tempi celerissimi, appena sette giorni dalla denuncia, hanno emesso l’ordinanza che impedisce all’uomo di avvicinarsi alla sua ex convivente ed alla figlia minorenne. L'uomo ha convissuto con la donna per tre anni ed hanno cresciuto insieme la bambina che la compagna aspettava da una precedente relazione. Quando il rapporto con la donna  è finito le ha chiesto  di potere continuare ad occuparsi della piccola, alla quale era molto affezionato. Ma sarebbero sorti , secondo quanto è stato raccontato dalla donna ai carabinieri, subito dei problemi sulla linea educativa, lui troppo permissivo e lei che non condivideva le sue frequentazioni. Ma l'uomo avrebbe continuato a imporre la propria presenza, con telefonate e messaggi, anche 114 in un giorno, appostamenti sotto casa della donna, davanti alla scuola della bimba, minacce ed insulti continui alla donna ed ai familiari, anche davanti alla minore. Tanto che la vittima ha iniziato a spaventarsi e ha deciso di sporgere denuncia agli inizi di ottobre. L'uomo ha  intuito che fosse accaduto qualcosa quando si è accorto di essere stato bloccato su tutte le utenze telefoniche. In una occasione, chiamando da una utenza fissa, si è sarebbe anche spacciato per un carabiniere, probabilmente per cercare di capire se la donna lo avesse denunciato, ma è stato immediatamente smascherato dalla sua ex. In base all’ordinanza, l’uomo non potrà avvicinarsi a meno di 100 metri dai luoghi frequentati dalla donna e dalla bambina e dovrà astenersi da qualunque contatto tramite qualunque mezzo con lei, la piccola ed i familiari più stretti.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Chieti Carabinieri

Potrebbero interessarti

Rispetto a ieri si registrano 345 nuovi casi (di età compresa tra 1 mese e 104 anni). Dei nuovi casi, 128 sono riferiti a tracciamenti di focolai già noti.

“Apprendiamo con profondo dolore gli sviluppi dell’inchiesta della magistratura su alcuni episodi che sarebbero avvenuti nell’unità di cardiochirurgia del policlinico di Chieti. Abbiamo massima fiducia nel lavoro degli inquirenti e ci auguriamo che venga fatta piena luce su quanto accaduto nel più breve tempo possibile.

Nella mattinata odierna, militari del Comando Provinciale di Chieti unitamente ai colleghi delle province di Pescara, Teramo, Macerata, Ascoli e Padova hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare disposta dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Chieti su richiesta della Procura della Repubblica di Chieti, nei confronti di 4 soggetti residenti in Abruzzo e nelle Marche, indagati a vario titolo per corruzione, falso, turbativa d’asta e omicidio colposo per una maxi frode sulla spesa sanitaria.

Il grido di dolore e di rabbia di baristi ristoratori e dei rappresentanti delle altre categorie interessate dalle chiusure previste dal nuovo decreto.