Giovedì 18 Agosto 2022

Cronaca

Celano, la polizia arresta due magrebini per droga, porto abusivo di armi e resistenza a pubblico ufficiale

30/07/2022 - Redazione AbruzzoinVideo
Celano, la polizia arresta due magrebini per droga, porto abusivo di armi e resistenza  a pubblico ufficiale

I due sprovvisti di documenti e dimoranti in una vecchia struttura poderale del territorio.

Nella giornata del 27 luglio, a Celano, la locale Squadra Mobile ha tratto in arresto due cittadini magrebini, colti nella flagranza del delitto di illecita detenzione di sostanza stupefacente.

In particolare, gli investigatori, nel corso di un servizio finalizzato alla prevenzione a al contrasto dello spaccio di droga nelle campagne del Fucino, hanno proceduto al controllo di un autovettura, con a bordo un uomo che, poco prima, aveva acquistato una dose di cocaina dai due cittadini stranieri dimoranti in una vecchia struttura poderale. Gli Agenti della Squadra Mobile, insieme alle Unità Cinofile Antidroga ed al Reparto R.P.C. Abruzzo,hanno dunque deciso di procedere al controllo dei due indagati ed alla perquisizione della vecchia struttura. Al momento dell’alt i due magrebini si sono dati ad una precipitosa fuga nelle campagne del Fucino con l’intento di sottrarsi al controllo da parte della Polizia.

Dopo un inseguimento tra i campi, i due indagati sono stati raggiunti e fermati. La polizia ha proceduto alla perquisizione che ha permesso di rinvenire ulteriori 8 dosi di cocaina e sostanza stupefacente del tipo hashish del peso di 80 grammi. La perquisizione ha consentito alla Squadra Mobile di rinvenire anche un coltello “tipo machete” di grosse dimensioni con impugnatura in legno e lama di cm.23 ed un bastone telescopico del tipo “baton”, oltre a una somma di denaro proveniente dall’illecita attività di spaccio. I due, sprovvisti di documenti di riconoscimento, sono stati tratti in arresto e trattenuti presso le camere di sicurezza della Questura in attesa dell’udienza di convalida, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria marsicana. L’attività di polizia giudiziaria sopra esposta è il frutto dell’intensificazione dei servizi di prevenzione e repressione dei reati legati al traffico illecito di stupefacenti, pianificati dal Questore su tutta la provincia di L’Aquila.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

I Carabinieri della Stazione di San Vito Chietino in collaborazione con gli agenti della Polizia Locale, del Nucleo Radiomobile di Ortona e della Stazione di Torino di Sangro hanno arrestato per resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale, nonché denunciato in stato di libertà per guida sotto l’effetto di stupefacenti, un 48enne artigiano residente in un piccolo comune della provincia di Benevento ma in vacanza sulla costa dei Trabocchi.

L'anziana 88enne è stata travolta dalle fiamme e le sue condizioni sono apparse subito gravi

Intorno alle 21.20 banditi incappucciati hanno fatto esplodere l’ingresso dell’esercizio commerciale, che si trova accanto al Bar Jolly, portando via una macchinetta cambiamonete

E' morto a 93 anni Piero Angela, il patriarca della divulgazione italiana.