Sabato 27 Febbraio 2021

Cronaca

Camionista colpito da infarto sulla A14 riesce ad accostare in corsia di emergenza prima di morire

10/12/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Camionista colpito da infarto sulla A14  riesce ad accostare in corsia di emergenza prima di morire

L'uomo, un greco, ha evitato così di travolgere altre auto e di causare altre vittime.

Gli agenti delle pattuglie della Sottosezione Polizia Stradale di Vasto Sud lo hanno trovato senza vita dentro il suo Tir, riverso sul sedile lato passeggero, ieri pomeriggio, intorno alle 14, al  km 455+600 della carreggiata nord dell'autostrada A/14 nel territorio del comune di Montenero di Bisaccia. Si tratta di un camionista greco di 62 anni. L'uomo era alla guida di un autoarticolato con targa Bulgara. Gli agenti dopo una segnalazione hanno trovato il mezzo pesante fermo in corsia di emergenza con la fiancata destra poggiata sul guard rail laterale, sono saliti sul tir ed hanno trovato l'uomo accasciato sul sedile. Con ogni probabilità il camionista, colto da malore, con un gesto disperato e quanto mai coraggioso, è riuscito ad evitare conseguenze ben più gravi, mantenendo l’ autoarticolato contro il guard rail laterale sulla corsia di emergenza per oltre trecento metri, prima di fermarsi. All’arrivo del personale sanitario del 118, è stato dichiarato il decesso dell'uomo, per arresto cardio-circolatorio. Il mezzo, proveniente dalla Grecia, era diretto a Brescia con un carico di semi di cotone, un mangime. Sono state immediatamente avvisate la Procura della Repubblica di Larino(Cb) e l’ambasciata greca a Roma.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Polizia di Stato

Potrebbero interessarti

9 i nuovi decessi. Crescono i ricoveri in terapia intensiva, più 3 rispetto a ieri.

Per una settimana saranno garantiti solo ricoveri urgenti e interventi salvavita e per patologie oncologiche.

Collaborazione della Sasi con l'Istituto Superiore di Sanità per individuare tracce del virus nei liquami fognari.

La donna dopo tre anni dai fatti a lei contestati dovrà scontare la pena in carcere per decisione della Procura generale della repubblica dell'Aquila.