Domenica 28 Febbraio 2021

Cronaca

Avezzano, scassina il cambiamonete di un autolavaggio, arrestato dalla polizia

26/11/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Avezzano, scassina il cambiamonete di un autolavaggio, arrestato dalla polizia

L'uomo, un 42enne di Magliano dei Marsi, è stato colto in flagranza di reato dagli agenti.

Gli agenti della Squadra Volante del Commissariato di P.S. di Avezzano hanno arrestato ieri sera, in flagranza di reato, P.B., 42enne residente a Magliano dei Marsi, conosciuto alle Forze dell’Ordine per precedenti di polizia specifici contro il patrimonio. Gli operatori di Polizia, nel transitare su Via XX Settembre, lo hanno sorpreso mentre con il volto travisato stava tentando di scassinare la porta di ingresso del locale in cui erano collocate le apparecchiature cambiamonete di un lavaggio automatico di autovetture. Alla vista della pattuglia, P.B. il 42enne ha immediatamente abbandonato sul posto alcuni strumenti atti allo scasso dandosi alla fuga, scavalcando la recinzione dell’autolavaggio. Dopo un breve inseguimento, gli ogenti della polizia di Avezzano, coadiuvati da una pattuglia della Radiomobile dei Carabinieri intervenuta in ausilio, sono riusciti a bloccare e immobilizzare l’uomo, al quale nel corso della perquisizione persoale sono stati rinvenuti altri strumenti atti all’effrazione. L’uomo è stato pertanto arrestato e al termine degli accertamenti di rito, su disposizione del Magistrato di turno,sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Al marsicano inoltre, è stata contestata anche la violazione della normativa anticovid con l’applicazione della sanzione amministrativa di 400 euro.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

La vittima, una donna di nazionalità romena, da tempo veniva vessata ed aggredita dal suo ex fino a dover ricorrere ad un centro antiviolenza.

Ha riconosciuto su una piattaforma di vendite on-line la sua console X-Box 360 che qualcuno, la settimana scorsa, gli aveva rubato nel suo appartamento a Pescara e ha organizzato un incontro con il venditore senza dimenticarsi di avvisare il “113”.

In difficoltà perché si era ritrovato sulle roccette, dopo aver sbagliato il percorso e aver preso la Direttissima “estiva”, mentre tentava di raggiungere la vetta del Corno Grande, ha richiesto l’intervento del Soccorso Alpino e Speleologico.

Massimiliano Berghella lancia un accorato appello alla cittadinanza affinché si rispettino le norme volte ad evitare il diffondersi del virus.