Domenica 28 Febbraio 2021

Cronaca

Arriva un lieto fine per i cani maltrattati a Montesilvano e salvati dal carabinieri Forestale

18/01/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
 Arriva un lieto fine per i cani maltrattati a Montesilvano e salvati dal carabinieri Forestale

I due pitbul sequestrati dal gruppo Cites nel 2019 hanno trovato una nuova dimora a L’Aquila. Il vecchio proprietario dovrà pagare una multa di 32mila euro.

Finisce con un lieto fine la storia dei due cani che erano stati maltrattati in maniera disumana, legati ad una catena, trovati disidratati e denutriti, oggi la loro vita è cambiata grazie all'intervento dei carabinieri Forestale del nucleo Cites di Pescara. I forestali intervennero nel 2019 a Montesilvano su segnalazione di un'associazione animalista e li salvarono da morte certa. Ora che il loro proprietario è stato condannato con decreto penale del Gip del Tribunale di Pescara, Dott. Elio Bongrazio, ormai esecutivo, con l'accusa di maltrattamento aggravato dal decesso di un animale, i due cani sono stati confiscati dai militari e resteranno in affidamento definitivo al precedente custode giudiziario.

Si tratta di un maschio di “Pitbull” di colore nero e di una femmina di “Simil Pitbull” di colore fulvo, sottoposti a sequestro nell’ottobre di due anni fa  quando, a seguito di un avvertimento lanciato dall'“Oipa onlus”, i Forestali del Nucleo Cites si recarono sulle colline di Montesilvano (PE) e trovarono un primo cane ancora vivo, incatenato ad un picchetto metallico infisso nel terreno, senza riparo, né acqua, né cibo, in grave deperimento organico. Scovati dai militari anche altri picchetti simili con i guinzagli ancora legati. I Forestali hanno approfondito gli accertamenti facendo una macabra scoperta: nei pressi di un picchetto è stata trovata seppellita, avvolta in un lenzuolo, la carcassa di un altro cane, morto per denutrizione, come ha certificato successivamente il referto necroscopico veterinario dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale Abruzzo e Molise – Izsam di Teramo.

 

 

Un terzo cane, inoltre, è stato sequestrato in una clinica veterinaria del posto, dove il vecchio proprietario lo aveva portato dopo essersi  reso conto dello stato di grave malnutrizione a cui era stato sottoposto.

 

 

I  cani salvati a Montesilvano (PE) hanno trovato una nuova dimora a L’Aquila, nell’abitazione dell’affidataria, già loro custode giudiziaria e collaboratrice dell’associazione animalista, dove sono stati curati e hanno trovato altri simili con i quali convivere serenamente.

 

“Oggi, - ha dichiarato il Comandante del Gruppo Carabinieri Forestale di Pescara, - per i due cani, dopo molte sofferenze, c’è stato il lieto fine, mentre per il precedente proprietario è arrivata la multa di € 32.000,00 (pena sospesa) e l’eventuale pagamento delle spese di custodia”.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Montesilvano Carabinieri

Potrebbero interessarti

Si registra un'importante adesione della cittadinanza alla campagna anticovid sul territorio del chietino

Lo prevede l'ordinanza firmata nella serata di sabato dal governatore Marco Marsilio.

La vittima, una donna di nazionalità romena, da tempo veniva vessata ed aggredita dal suo ex fino a dover ricorrere ad un centro antiviolenza.

Ha riconosciuto su una piattaforma di vendite on-line la sua console X-Box 360 che qualcuno, la settimana scorsa, gli aveva rubato nel suo appartamento a Pescara e ha organizzato un incontro con il venditore senza dimenticarsi di avvisare il “113”.