Mercoledì 23 Ottobre 2019

Cronaca

Area di Risulta Pescara, la Polizia arresta un senegalese violento

17/09/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Area di Risulta Pescara, la Polizia arresta un senegalese violento

Nel pomeriggio di oggi, un cittadino senegalese è stato tratto in arresto per violenza, minaccia e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Intorno alle ore 14.00, una Volante della Polizia di Stato è stata avvertita da alcuni passanti che all’interno del parcheggio dell’area di risulta, vicino alla stazione di Pescara Centrale, si stava consumando una rissa tra cittadini di colore. Gli operatori si sono immediatamente portati nel luogo segnalato ed hanno notato due cittadini di colore che litigavano animatamente: uno dei due, con indosso una maglietta di colore bianco, poi identificato per T.M. 43enne, stava colpendo ripetutamente con calci e pugni al volto un suo connazionale, T.M. 44enne, risultato essere suo cugino e che ha rifiutato le cure mediche. Quest’ultimo ha spiegato che la lite era scaturita da futili motivi e che l’uomo da un po’ di tempo soffre di disturbi comportamentali. Gli operatori con grande fatica sono riusciti ad interrompere l’aggressione, ma l’individuo non riuscendo nel suo intento primario, ha continuato a scatenare la propria ira dapprima su di un’autovettura lì parcheggiata, danneggiandola vistosamente, di proprietà, peraltro, del fratello e poi, sugli agenti che hanno cercato di interrompere la sua azione violenta ancora indirizzata verso il cugino. L’uomo con forza ha reagito trascinando a terra entrambi i poliziotti che comunque sono riusciti ad immobilizzarlo e ad arrestarlo tenuto conto che i due operatori di polizia hanno riportato lesioni per 25 e 15 giorni di prognosi s.c., attestate dal personale medico del Pronto Soccorso dell’Ospedale Civile di Pescara. Il senegalese è stato trattenuto nella camera di sicurezza della Questura, in attesa della convalida dell’arresto, prevista domani mattina presso il Tribunale di Pescara.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Pescara Polizia di Stato

Potrebbero interessarti

Sono ripresi gli interventi di sistemazione e riasfaltatura di alcuni tratti della viabilità comunale di Atessa. “È da tanti anni – dice il sindaco, Giulio Borrelli - che queste strade non venivano sottoposte a manutenzioni straordinarie e a rifacimenti”.

E’ balzata sulle cronache nazionali la vicenda terribile avvenuta nell’ottobre del 2016 ad Avezzano ad una assistente socio sanitaria di San Benedetto dei Marsi, Gina Stella Cerasani, che sotto la minaccia di un coltello venne picchiata, seviziata, violentata e ferita gravemente al collo, e si finse morta per salvarsi.

In prossimità del bivio tra contrada Piantonata e la zona denominata Patongo, la Unareti, società concessionaria delle reti gas per conto del Comune di Fossacesia, procederà, a conclusione degli interventi, al rifacimento dell’asfalto sull’ intera carreggiata interessata ai lavori.

È stata identificata, grazie alla testimonianza di un passante, la persona che a bordo della sua auto, la mattina del 15 ottobre, ha investito in via Roma a Vasto una mamma con la figlia in braccio mentre attraversavano la strada sulle strisce pedonali, l’uomo non si era fermato a prestare soccorso dandosi subito alla fuga.