Giovedì 21 Gennaio 2021

Cronaca

Aggredisce dipendenti e agenti dopo il furto in supermercato, arrestata dalla Polizia di Pescara

09/01/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
Aggredisce dipendenti e agenti dopo il furto in supermercato, arrestata dalla Polizia di Pescara

La donna, tossicodipendente 45enne con precedenti, dopo dovrà rispondere di rapina e oltraggio a pubblico ufficiale.

Gli agenti della Polizia di Stato di Pescara sono intervenuti ieri sera, in seguito a segnalazione, giunta al 113, di una rapina in corso in un un supermercato di via Tiburtina. Al loro arrivo, gli agenti della Squadra Volante sono riusciti a bloccare una donna che stava scappando dal supermercato. Si tratta di una donna già conosciuta dalle forze dell'ordine in quanto pregiudicata per reati contro il patrimonio. D.R.P., 45enne tossicodipendente, già sottoposta alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel Comune di Pescara. La donna aveva rubato nel supermercato, nascondendoli  all’interno della propria borsa, diversi generi alimentari e prodotti per l’igiene personale. Pochi minuti prima, la donna aveva tentato di superare le casse pagando soltanto una bottiglietta di acqua, ma vistasi scoperta da 2 dipendenti li ha aggrediti colpendoli con pugni al volto e minacciandoli di morte, paventando ritorsioni da parte di alcuni parenti pregiudicati qualora non l’avessero lasciata andare. Per agevolare la fuga della donna, due soggetti,un uomo ed una donna, probabilmente stranieri, sopraggiunti con un’auto, si sono scagliati contro i dipendenti del supermercato, allontanandosi subito dopo. Bloccata dagli agenti della Volante, D.R.P. ha reagito con calci e pugni anche contro di loro: pertanto è stata arrestata per rapina e resistenza a P.U. e posta agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa della convalida.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Le indagini da parte degli agenti del commissariato sono scattate dopo la denuncia di Poste Italiane.

Nella giornata di ieri, la D.I.G.O.S della Questura di Pescara insieme al personale del Servizio per il Contrasto all’Estremismo e Terrorismo Esterno della DCPP/UCIGOS ha eseguito l’ordine di custodia cautelare in carcere emesso dalla Procura Distrettuale Antimafia e Antiterrorismo de L’Aquila, a carico di un 24enne, cittadino italiano, di origini abruzzesi, ma nato e residente in Svizzera, per aver partecipato ad un’associazione terroristica di matrice islamica quale Jabhat Al Nusra - affiliata al movimento terroristico Al Qaeda - e per aver diffuso attraverso la piattaforma del social network Facebook alcuni video inneggianti allo Stato Islamico.

All'alba di martedì, i Finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Pescara, coadiuvati dai Reparti alla sede di Milano, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Pescara – Dr.ssa Antonella Di Carlo – nei confronti di tre cittadini italiani, membri di un’organizzazione criminale dedita allo spaccio ed al traffico di sostanze stupefacenti e di armi fra la Lombardia e l’Abruzzo.

L’arresto, operato da personale del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni “ABRUZZO” di Pescara e dalla Sezione di Teramo, è stato effettuato all’esito della perquisizione eseguita a carico dell’uomo, su delega della Procura della Repubblica di L’Aquila, durante la quale gli operatori di polizia hanno sequestrato una notevole quantità di dispositivi informatici, tra PC, Tablet e Chiavette USB.