Lunedì 04 Luglio 2022

Cronaca

Abuso di professione medica, i Nas di Pescara chiudono una struttura e deferiscono all'A.G. due persone

06/05/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
Abuso di professione medica, i Nas di  Pescara chiudono una struttura e deferiscono all'A.G. due persone

L'indagine è partita dopo la querela di un paziente.

I militari del NAS di Pescara, nell'ambito di controlli mirati avviati a livello nazionale da parte del Nucleo Antisofisticazioni per verificare il corretto svolgimento delle professioni sanitarie, hanno sottoposto a sequestro a Pescara un intero immobile utilizzato quale studio dentistico ubicato nel capoluogo abruzzese per abuso della professione di odontoiatra. L’attività ispettiva è stata avviata a seguito di una querela per lesioni personali sporta dal paziente sottoposto alle cure odontoiatriche. Due persone, tra cui il direttore sanitario del centro, sono stati deferiti all’A.G. Il valore dell’immobile vincolato ammonta circa 1 milione di euro.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Pescara Carabinieri Nas

Potrebbero interessarti

Tantissimi gli attestati di cordoglio da parte del mondo culturale frentano e di quanti hanno avuto l'onore di conoscerlo e condividere con lui un percorso lavorativo e di studio.

L'Arma dei carabinieri si dimostra ancora una volta sensibile alle problematiche della cittadinanza e pronta a tendere una mano alle persone in difficoltà.

È successo venerdì mattina, intorno alle ore 10. Un uomo, disteso accanto alla sua auto, ha provato a tagliarsi le vene con un taglierino. Provvidenziale l’intervento delle Guardie Giurate Sicuritalia Ivri.

Secondo quanto emerso dalle indagini, eseguite dai Carabinieri e coordinate dalla Procura, l'arrestato avrebbe erogato alla vittima prestiti con tassi di interesse dal 100% al 400 % annuo.