Marted 18 Febbraio 2020

Cronaca

Abruzzo, controlli del Nas Pescara in aziende agricole e caseifici

18/01/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Abruzzo, controlli del Nas Pescara in aziende agricole e caseifici

I carabinieri del nucleo antisofisticazioni hanno provveduto al sequestro di prodotti della filiera del latte e hanno sospeso alcune attività per carenze iginico sanitarie.

100kg di vari prodotti caseari sequestrati e la chiusura temporanea di un’impresa casearia, sono i risultati di una vasta serie di ispezioni lungo la filiera del latte, eseguite dai Carabinieri del NAS di Pescara in tutta la regione abruzzo.

In Provincia di L’Aquila i militari, con la collaborazione del personale del Servizio Veterinario della ASL, hanno sospeso l’attività di un caseificio i cui locali versavano in pessime condizioni igienico sanitarie e strutturali. In un supermercato della Provincia di Pescara i NAS hanno proceduto al sequestro di circa 30kg di prodotti lattiero caseari a marchio a marchio DOP, poichè conservati ad una temperatura diversa da quella indicata in etichetta dal produttore. In uno stabilimento caseario della Provincia di Teramo, gli ispettori del NAS hanno vincolato circa 70kg di vari prodotti lattiero caseari freschi, in quanto rinvenuti in contenitori privi della certificazione di idoneità al contatto alimentare. Nell’ambito dei controlli in stalla in aziende dell’aquilano e del pescarese, i NAS hanno sequestrato 70 capi di bestiame, delle razze ovina, equina, suina e bovina, poichè non correttamente identificati rispetto al registro di stalla o sprovvisti delle marche auricolari. Nel complesso sono state elevate sanzioni pari a circa 10000€.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Abruzzo Carabinieri

Potrebbero interessarti

L'operazione rientra in un ampia attività di contrasto al lavoro sommerso eseguita dalla Compagnia di Chieti.

La donna era riuscita a sfuggire alla cattura ma è stata tradita dall’amore per il suo compagno nel giorno di San Valentino

A conclusione delle indagini svolte dalla Stazione di Scurcola Marsicana congiuntamente a quella di Tagliacozzo, nel corso della mattinata odierna, è stata eseguita, in Napoli, la misura cautelare dell’obbligo di dimora a Napoli, insieme a quella dell’obbligo di presentazione quotidiana alla p.g., nei confronti di A.E., 49enne del luogo.

L'uomo sarebbe stato investito da un carrello elevatore