Marted 18 Gennaio 2022

Attualità

Crisi Denso, il sindaco di San Salvo convoca riunione con Regione, sindacati e vertici azienda

04/12/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
Crisi Denso, il sindaco di San Salvo convoca riunione con Regione, sindacati e vertici azienda

In particolare il Comune di San Salvo ha chiesto alla Regione Abruzzo di essere parte attiva nelle vertenze in atto.

"L’Amministrazione comunale di San Salvo ha sempre posto grande attenzione alle problematiche attinenti alla vita delle aziende presenti nel territorio del Vastese, ma in particolare e nello specifico nell’area industriale di competenza."

"In questo frangente la Denso rappresenta la maggiore preoccupazione per la Città e per l’intero territorio per le sorti dei lavoratori attivi nello stabilimento di San Salvo e per le loro famiglie, con tutte le comprensibili ricadute negative per l’indotto". A dichiararlo il sindaco Tiziana Magnacca che ha invitato per lunedì 6 dicembre 2021 alle ore 11.00 nell'aula consiliare le rappresentanze sindacali unitarie della Denso, i vertici dell'azienda di via Marisa Bellisario e gli assessori regionali alle Attività Produttive, Daniele D’Amario, e al Lavoro, Pietro Quaresimale, per affrontare le questioni più scottanti e studiare azioni comuni praticabili. In particolare il Comune di San Salvo ha chiesto alla Regione Abruzzo di essere parte attiva nelle vertenze in atto.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Da oggi su YouTube e su tutte le piattaforme digitali il brano che parla di divertimento e voglia di tornare alla normalità

Sono appena 159 i casi di sospensione in regione per il personale che si è sottratto all’obbligo vaccinale ovvero una percentuale intorno allo 0,5%, docenti e ATA, in percentuali elevatissime e prossime alla totalità, stanno garantendo il normale funzionamento della scuola in presenza in Abruzzo.

Con l’arrivo del Sottotenente Aleandri, si completa il parco Ufficiali della Compagnia di via G. Ricciardi allo scalo cittadino.

Soddisfatta la Fim Cisl: è il frutto di un lavoro sinergico tra parti sociali, MA S.r.l. e commissari straordinari che ha portato alla tutela occupazionale dell’organico dell’unità produttiva di Atessa, composta da 208 dipendenti.