Lunedì 19 Aprile 2021

Attualità

Coronavirus, Il Consiglio dell'Ordine degli avvocati Pescara chiede l'inserimento in Piano vaccini

27/02/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
Coronavirus, Il Consiglio dell'Ordine degli avvocati Pescara chiede l'inserimento in Piano vaccini

Vaccinazione per tutti gli avvocati che operano negli uffici giudiziari e che abbiamo clienti ristretti in carcere

Il Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Pescara ha scritto alla Regione Abruzzo, al Comune e alla Asl di Pescara, nonché al ministero della Giustizia e a quello della Salute, evidenziando l'opportunità che nella fase 2 del piano vaccinale "si preveda la vaccinazione di tutti coloro che operano negli Uffici Giudiziari, in quanto servizio essenziale per il Paese, ivi compresi gli Avvocati che svolgono la propria attività nei medesimi spazi dei Magistrati e degli impiegati". Questo per far fronte "all'attuale ondata di contagi che sta colpendo gravemente l'Abruzzo, in particolare la provincia di Pescara". Si chiede, inoltre, che insieme al personale carcerario, "siano vaccinati gli Avvocati che abbiano clienti ristretti nelle case circondariali, secondo un elenco da formare tramite accordo con il Provveditorato regionale dell'amministrazione penitenziaria (Prap) competente e i vari uffici matricola degli istituti di pena regionali. Il Consiglio pescarese ricorda che già in Toscana, Campania, Puglia e Sicilia gli Uffici Giudiziari sono considerati tra i servizi essenziali e gli avvocati, oltre al personale amministrativo e di magistratura, sono stati inseriti nel programma di vaccinazione.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Presentato all'Ipsas Di Marzio- Michetti di Pescara il progetto che vede insieme Usaid e Rotary Italia per sostenere iniziative importanti nell'ambito dell'emergenza Covid 19 .

Questa mattina il sindaco Jwan Costantini, insieme alla vice Lidia Albani e al presidente del consiglio Paolo Vasanella, ha ricevuto la visita del piccolo Leonida, il primo bimbo nato in Abruzzo nel 2021, insieme ai genitori giuliesi Marcella e Stefano Venanzi.

L’assessore al Demanio Mariarita Paoni Saccone: E’ stata una procedura complessa ma necessaria per creare migliori servizi e opportunità di lavoro

Per FLC CGIL Chieti, i posti che si libereranno con i pensionamenti non saranno rimpiazzati dai precari o dai vincitori di concorsi. I concorsi banditi non sono stati espletati. Da tempo, sosteniamo che la scuola deve liberarsi dalla precarietà.