Media Speciale, la manifestazione conclusiva del progetto “In estate si studiano le STEM” alla “Umberto I" di Lanciano

Condividi

Che le donne abbiano una scarsa attitudine alla matematica e alla scienza è uno stereotipo diffuso. Un luogo comune che si concretizza nella scarsa convinzione delle ragazze delle proprie capacità in questi ambiti. Un basso senso di autoefficacia che determina scelte scolastiche e poi lavorative che precludono alle donne percorsi di successo. E proprio per contrastare gli stereotipi di genere e i pregiudizi che alimentano il gap di conoscenze delle discipline matematico-scinentifiche, tra le studentesse e gli studenti che la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento delle pari opportunità, ha deciso di promuovere e finanziare il  progetto “In estate si studiano  le STEM, campi estivi di matematica, scienze, informatica, e CODING”, insieme all’obiettivo di  stimolarne l'apprendimento attraverso metodologie innovative  e ludiche, nell’ottica di rafforzare l’interesse e la motivazione verso lo studio delle materie scientifiche e contribuire, come richiesto dal Consiglio Europeo, allo sviluppo della competenza dell’  ”Imparare ad imparare” e dello  spirito di iniziativa e di imprenditorialità, indispensabili per studiare e lavorare nella società della conoscenza. 
Sono state 1067 le scuole partecipanti provenienti da tutta Italia,  209 quelle vincitrici tra cui l’Istituto Comprensivo Umberto I di Lanciano, diretto dalla dott.ssa Anna Maria Sirolli. 
Le attività hanno coinvolto oltre 80 alunni delle scuole primarie e della secondaria di primo grado frequentanti l’istituto,  in maggioranza femmine e sono state condotte da docenti interni all’istituto esperti nell’insegnamento delle discipline matematico-scientifiche e nell’utilizzo di metodologie innovative.
I laboratori hanno previsto la collaborazione dell'ANFFAS, della SASI, di LEGAMBIENTE dell'associazione RATI e del Comune  di Lanciano, e visto  impegnati i ragazzi  per 5 ore giornaliere, dal 21 agosto al 2 settembre 2017.
Tante le attività poste in essere: dallo studio delle frazioni e della geometria con il tangram, il computer, la musica, all'utilizzo di fogli di calcolo, software specifici, esperimenti scientifici su acqua e aria, di Coding e robotica .

Mostra di più